Ora locale: 06:06 pm
Vicolo Silvestri, 10 - 29014 Castell’Arquato (PC)
347.4083254

Vicolo Silvestri, 10 - 29014 Castell’Arquato (PC)

* Best Price Guarantee
+
BOOK NOWCLOSE

Castell’Arquato e dintorni

Il Borgo e le sue vie

Hai sentito parlare di questo splendido Borgo medievale in provincia di Piacenza ma non hai ancora avuto l’occasione di visitarlo?
Ora è arrivato il momento di farlo: concediti un piacevole weekend nel verde dei Colli Piacentini tra pregiati vigneti e dolci colline godendo di panorami mozzafiato e, perché no, delle sue squisite eccellenze gastronomiche!
Città d’Arte tra le più belle d’Italia (non a caso ha ottenuto la Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano), Castell’Arquato è la meta ideale per un tour tra storia, tradizione, arte e buona cucina tradizionale. Grazie alle sue strette vie acciottolate, i suoi magnifici palazzi signorili e le sue torri tipicamente medievali che svettano sulla campagna circostante, Castell’Arquato ti trasporterà in una magica dimensione facendoti rivivere tutto il fascino del Medioevo.

la Rocca Viscontea

Cosa vedere a Castell’Arquato

Questo straordinario esempio di Borgo Medievale sorge strategicamente sull’estrema propaggine Appenninica e si protende verso la Pianura Padana. Nacque presumibilmente come castrum romano e raggiunse il suo massimo splendore durante l’era medievale e prestigio politico sotto il dominio degli Scotti e dei Visconti. Con il passare del tempo Castell’Arquato non ha affatto perso, ma quasi mantenuto inalterato, il prestigioso fascino dei tipici borghi medievali, e le sue testimonianze storico-artistiche ce lo confermano: il Palazzo del Podestà, la Collegiata di Santa Maria, la Rocca Viscontea e il Palazzo del Duca sono tra gli edifici più emblematici del Borgo, ma c’è tanto altro da scoprire tra i suoi infiniti vicoletti, per cui non ci resta che incominciare la nostra gita.

La Rocca Viscontea

Il punto migliore per cominciare la nostra visita è sicuramente la Piazza del Municipio dove si trovano due degli edifici più rappresentativi: il Castello di Castell’Arquato e la Chiesa Collegiata di Santa Maria.
Il Castello è in realtà la Rocca Viscontea eretta nel 1300 su una preesistente struttura romana durante l’egemonia del signore di Milano Luchino Visconti. La sua imponenza e la sua posizione sopraelevata rispetto al resto del borgo lo rendono estremamente scenografico ed indubbiamente fanno di esso il simbolo principale del paese di Castell’Arquato.
Costituito da quattro imponenti torri a base quadrata e circondato da un fossato con un doppio ordine di mura, la Rocca Viscontea ti catturerà soprattutto per la sbalorditiva vista mozzafiato sulla Val d’Arda che ti regala dall’alto dei 42 metri di altezza della torre principale che la domina. Nemmeno il mondo di Hollywood è rimasto indifferente alla magia e al fascino di questo splendido edificio, infatti qui vennero girate alcune scene del famoso film Ladyhawke del 1985.

la Rocca e il paesaggio circostante
arenaria marina
la torre della Rocca
la Collegiata di Santa Maria

La Chiesa Collegiata di Santa Maria

Un altro rappresentativo edificio che si affaccia nella Piazza del Municipio è la Chiesa Collegiata di Santa Maria. Essa risale all’XI secolo e venne costruita dove un tempo sorgeva una chiesa altomedievale dell’VIII secolo dedicata a Maria Assunta. L’aspetto austero dell’esterno contrasta magnificamente con la bellezza degli interni in stile romanico: oggetto di interventi di restauro agli inizi del ‘900, grazie ai quali vennero riportati in superficie preziosissimi affreschi quattrocenteschi.
Accanto alla Chiesa sorge il Museo della Collegiata a cui si accede attraverso un minuscolo chiostro risalente alla fine del XIII secolo divenuto anch’esso celebre grazie al film Ladyhawke. Questo piccolo Museo conserva opere appartenute alla Collegiata di Santa Maria e di altre chiese della zona circostante: dipinti, oggetti in argento, sculture, paramenti sacri (tra cui la mantellina indossata da Papa Paolo III Farnese in occasione della sua visita a Castell’Arquato) e arredi.

Il Palazzo del Podestà

Edificato nel 1292 per volere di Alberto Scotti signore di Piacenza, il Palazzo del Podestà si trova sul lato nord della Piazza del Municipio a pochi passi dalla Rocca Viscontea e dalla Collegiata. Fu Sede del governo del Podestà, abitazione del Conte di Santa Fiora e successivamente Sede della Pretura. Questo complesso architettonico è costituito da tre piani dalle le tipiche volte ad arco acuto, è realizzato interamente in cotto e spiccano principalmente le finestre a sesto acuto, le merlettature, i fregi e soprattutto la torre a pianta pentagonale con due grandi orologi. La Sala Consiliare al suo interno vanta uno splendido soffitto a cassettoni completamente dipinto.

Palazzo del Podestà
La Dispensa del Monastero

Dove acquistare i prodotti tipici di Castell’Arquato

Dopo tanto camminare è arrivato il momento di concederci una piccola sosta ristoratrice! La Dispensa del Monastero ti stregherà con un tripudio di profumi e sapori tipici della cucina del territorio. In questa antica bottega potrai fare incetta dei vini tipici dei Colli Piacentini (il Gutturnio, la Bonarda, la Barbera, l’Ortrugo e il Monterosso), dei salumi locali (coppa, salame e pancetta che hanno ricevuto la D.O.P.), dei dolci, dei condimenti, oltre che delle marmellate, dei biscotti, dei liquori alle erbe e delle birre artigianali che arrivano direttamente dai monasteri.
Una menzione speciale spetta ai classici anolini in brodo (preparati con un ripieno di Grana Padano amalgamato con pane grattato e odori) e ai pisarei e faso’ tipici primi piatti del territorio Piacentino.